11 cose da fare in Basilicata

Per cosa è famosa la Basilicata?

    La Basilicata è una regione prevalentemente montuosa che pullula di castelli medievali, architettura antica, località balneari e incantevoli paesini collinari: c’è moltissimo da vedere, perché i primi insediamenti risalgono al Paleolitico e nel corso del tempo ha subito le influenze di popolazioni diverse, che si riflettono nell’architettura romanica, bizantina, normanna e sveva.

    Se ti piace trascorrere tempo all’aria aperta, inserisci in programma uscite di trekking, a cavallo, il campeggio e perfino l’avvistamento di specie animali rare nelle numerose riserve naturali e nei parchi nazionali lucani. La nostra guida accontenterà chiunque, dagli appassionati di storia, di natura fino a chi viaggia per conoscere anche sapori nuovi.

    Quali sono le migliori cose da fare in Basilicata?

    1

    Esplora i Sassi di Matera

    Ammira gli straordinari affreschi delle antiche chiese rupestri

    Abitazioni, botteghe e chiese scavate nella roccia della Murgia creano l'inconfondibile "paesaggio culturale" dei Sassi di Matera, famosissimo sito lucano dichiarato Patrimonio mondiale dell'umanità UNESCO. Con i primi insediamenti risalenti al Paleolitico e mai abbandonati, i Sassi costituiscono uno dei sistemi di grotte popolate più lungo al mondo. Se li visiti all'inizio di luglio, non perderti la Festa della Bruna, la Madonna protettrice della città di Matera. Le celebrazioni patronali si tengono il 2 luglio. Fin dal mattino le strade della città si animano di bande musicali, variopinte parate e allegri mercatini.

    Posizione: Matera (MT)

    Mappa
    • Coppie
    • Storia
    • Foto
    2

    Da non perdere: Castello di Melfi

    Ammira la collezione di reperti romani e medievali nel Castello di Melfi

    La caratteristica cittadina di Melfi, nel potentino, fu uno dei centri principali dell'Impero Normanno nel Sud Italia. Circondata da un'imponente cinta muraria, racchiude alcune delle più belle chiese rupestri e architetture medievali della Basilicata. Tra queste spicca il Castello di Melfi, costruito durante il regno dell'Imperatore Federico II di Svevia, che ora è la sede del Museo Archeologico Nazionale del Melfese. La collezione comprende manufatti di notevole valore storico, tra cui un eccezionale sarcofago in marmo con decorazione a rilievo risalente al II secolo d.C.

    Posizione: Via Normanni, 85025 Melfi (PZ)

    Orario di apertura: Dal martedì alla domenica dalle 09:00 alle 20:00, lunedì dalle 14:00 alle 20:00

    Telefono: +39 972 238 726

    Mappa
    • Coppie
    • Storia
    • Foto

    Foto di Michele Perillo (CC BY-SA 3.0) modificata

    3

    Scatta una foto della Statua del Redentore

    Sali al belvedere per ammirare Maratea e il panorama circostante

    La Statua del Redentore si trova nella cittadina di Maratea, lungo la costa tirrenica della Basilicata. Eretta sulla cima del Monte San Biagio, raggiunge i 21 metri ed è una delle più alte statue di Cristo in Europa. L'autore è lo scultore fiorentino Bruno Innocenti, che scelse un impasto di marmo di Carrara e cemento. Alla base del Cristo, un belvedere offre una vista sbalorditiva del centro abitato e del Mar Tirreno.

    Posizione: Maratea, cima del Monte San Biagio

    Orario di apertura: Aperta 24 ore su 24

    Mappa
    • Storia
    • Foto
    4

    Degustazione di vini locali

    Visita le cantine della Basilicata per assaggiare i vini lucani

    La provincia di Potenza è la terra dell'Aglianico del Vulture, un vino tannico e corposo, considerato tra i più grandi rossi d'Italia. Avventurandoti tra i monti del Vulture-Melfese, al confine con Puglia e Calabria, potrai trascorrere un'intera giornata degustando vini di eccezione nelle prestigiose cantine della zona. Agli appassionati non sfuggirà poi il festival dedicato all'Aglianico che si tiene ogni anno a settembre in diversi castelli della regione. Una delle tenute viticole più celebri è l'azienda Cantine del Notaio i cui rigogliosi vigneti si estendono per oltre 26 ettari con edifici risalenti al XVII secolo.

    Posizione: Via Roma 159, 85028 Rionero in Vulture (PZ)

    Orario di apertura: Da lunedì a sabato dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 (la domenica, apertura su prenotazione)

    Telefono: +39 972 723 689

    Mappa
    • Coppie
    • Cibo
    • Lusso
    5

    Il Borgo di Maratea

    Visita la Basilica di San Biagio e la Statua del Redentore

    Il centro storico di Maratea, chiamato il "Borgo", racchiude oltre 40 tra chiese e palazzi risalenti al XIII secolo. Adagiata sul fianco del Monte San Biagio, la cittadina ha due piazze principali: Piazza Vitolo e Piazza Buraglia. I vicoli stretti sono affiancati da bar, caffetterie e ristoranti, oltre a piccoli negozi che vendono souvenir e specialità locali. Tra la fine di luglio e l'inizio di agosto, Maratea ospita le prestigiose Giornate del Cinema Lucano, una rassegna cinematografica internazionale con proiezioni, dibattiti e cerimonie di premiazione, che vede la partecipazione di molte personalità di alto livello.

    Posizione: Maratea (PZ)

    • Storia
    • Budget

    Foto di AlexanderVanLoon (CC BY-SA 3.0) modificata

    6

    Fai il Volo dell'Angelo

    Prova l'ebbrezza del volo tra le Dolomiti Lucane

    Attrazione popolare tra gli amanti dell'adrenalina, il Volo dell'Angelo ti permetterà di lanciarti a tutta velocità tra le vette delle montagne potentine. Le due linee, che offrono una straordinaria vista delle Dolomiti Lucane, sono costituite da cavi d'acciaio tesi da una quota di partenza oltre i 1000 metri a una quota di arrivo a più di 850 metri sul livello del mare. Le stazioni si trovano nei due paesi di Castelmezzano e Pietrapertosa e sono servite da una navetta. Il prezzo del biglietto parte da 35 euro per il volo singolo e 63,00 euro per il volo in coppia. Il volo singolo è consentito solo ai maggiori di 16 anni.

    Posizione: Castelmezzano e Pietrapertosa (PZ)

    Orario di apertura: Per i giorni di apertura, il programma dei voli e l'acquisto dei biglietti visita il sito ufficiale

    Telefono: +39 971 986 020 or +39 971 983 110

    Mappa
    • Viaggi alternativi
    7

    Scala il Massiccio del Pollino nell'omonimo Parco Nazionale

    Visita le antiche comunità degli arbëreshë nei villaggi di San Paolo Albanese e San Costantino Albanese

    Il Parco Nazionale del Pollino è il più grande parco in Italia e offre infinite opportunità di escursioni a piedi e a cavallo, splendidi panorami e la visita ad antichi paesi risalenti al XV e al XVII secolo. Aperto ufficialmente nei primi anni '90, il parco è noto per la grande biodiversità faunistica, con gatti selvatici, lontre, lupi, cinghiali e caprioli. Gli escursionisti esperti possono avventurarsi verso la cima del Monte Pollino, che svetta a 2.248 metri, per ammirare lo straordinario panorama sulle coste del Tirreno e dello Ionio. Tra i tanti villaggi caratteristici, meritano una visita San Paolo e San Costantino Albanese, dove le comunità di arbëreshë, stabilitesi qui nel XVI secolo dall'Albania per sfuggire all'occupazione ottomana, ancora preservano la lingua e i costumi tradizionali.

    Posizione: 50 km a est di Maratea (PZ)

    Mappa
    • Foto

    Foto di Vinc81 (CC BY-SA 3.0) modificata

    8

    Da non perdere: Parco Archeologico e Museo Archeologico Nazionale di Metaponto

    Esplora i resti di una delle più importanti colonie della Magna Grecia

    Il Parco Archeologico e il Museo Archeologico Nazionale custodiscono antichi monumenti, templi e reperti dell'importante colonia greca di Metaponto. Nel sito archeologico sono visibili i resti di antichi edifici civili e religiosi, come i templi dorici eretti tra il 570 e il 530 a.C. in onore di Atena, Apollo ed Era. Il Museo espone armi, gioielli e scudi risalenti all'età del Bronzo, oltre a reperti di notevole fattura e preziose ceramiche italo-micenee.

    Posizione: Parco: Località Metaponto Borgo, 75012 Bernalda (MT); Museo: via D. Adamesteanu, 21 75012 Bernalda (MT)

    Orario di apertura: Dal martedì alla domenica dalle 09:00 alle 20:00, lunedì dalle 14:00 alle 20:00

    Telefono: +39 835 745 327

    Mappa
    • Storia

    Foto di Σπάρτακος (CC BY-SA 3.0) modificata

    9

    Fai il pieno di natura e cultura sulla Costa Ionica

    Mare, sport ed escursioni lungo l'esteso litorale lucano

    La Costa Ionica si estende per 30 km con spiagge e aree di grande valore storico e culturale. Metaponto e Policoro offrono entrambe un lungomare straordinario e ampie spiagge con acque chiare che in estate attraggono turisti da tutto il mondo. Se ami stare all'aria aperta, c'è solo l'imbarazzo della scelta: puoi prendere il sole sulla battigia, fare immersioni o andare in surf o acquascooter sulle onde. Ma non mancano anche le attrazioni culturali e naturalistiche. A Metaponto è possibile visitare l'omonimo Parco Archeologico, mentre Policoro ospita una grande riserva naturale, con un'Oasi WWF conosciuta in particolare per la popolazione di tartarughe.

    Posizione: 50-70 km a sud-est dei Sassi di Matera (PZ)

    Mappa
    • Coppie
    • Famiglie

    Foto di Mateola (CC BY 3.0) modificata

    10

    Concediti un gustoso piatto a base di lucanica

    Visita l'Enoteca Farmacia dei Sani per assaggiare la salsiccia lucana

    La paternità di questa tipica salsiccia prodotta nelle comunità montane della regione è contesa tra i milanesi, che attribuiscono l'origine della luganega ai Longobardi, e i lucani; questi, citando Varrone e Cicerone, sostengono prenda il nome dalle schiave lucane che l'avrebbero introdotta in ambienti romani. Preparata con spalla di maiale macinata a grana grossa a punta di coltello e condita con finocchietto selvatico, sale e pepe, la lucanica viene insaccata in un budello naturale, messa a stagionare per circa 20 giorni e infine venduta al metro. Per un pasto unico davvero saporito, prova gli strascinati conditi con sugo di lucanica e ricotta di pecora. Aperta a Maratea nei primi anni '80, l'Enoteca Farmacia dei Sani è una bottega che vende specialità enogastronomiche locali, come salumi e insaccati, formaggi, vini e peperoni cruschi.

    Posizione: Via Cavour 5, 85046 Maratea (PZ)

    Orario di apertura: Tutti i giorni dalle 09:00 alle 18:00

    Telefono: +39 973 876 148

    Mappa
    • Coppie
    • Famiglie
    • Cibo
    11

    Da non perdere: La Cripta del Peccato Originale

    Ammira i preziosi affreschi rupestri risalenti all'VIII secolo

    La Cripta del Peccato Originale si trova in una profonda grotta paleolitica nell'Altopiano delle Murge. Le pareti sono impreziosite da affreschi di tema biblico, che raffigurano la Creazione, la Luce e l'Oscurità, Adamo ed Eva, gli Arcangeli, gli Apostoli Giovanni, Pietro e Andrea, e la Vergine Maria. Gli affreschi della grotta, talvolta chiamata la "Cappella Sistina dell'arte rupestre", risalgono all'inizio dell'VIII secolo e mescolano stilemi bizantini e tardo romanici. La Cripta del Peccato Originale è accessibile solo su prenotazione. Il biglietto costa 10,00 euro e comprende il noleggio dell'audio guida, della durata di circa 20 minuti, disponibile in italiano, inglese, tedesco e francese.

    Posizione: Contrada Petrapenta, 75100 Matera (MT)

    Orario di apertura: Visitabile solo su prenotazione

    Telefono: +39 3203 345 323

    Mappa
    • Storia
    • Viaggi alternativi

    Foto di Mattis (CC BY-SA 3.0) modificata

    Penny Wong | Viaggiatore seriale

    Inizia a programmare il tuo viaggio

    Maps