Cosa devi sapere prima di prendere un taxi a Roma

Come spostarsi in taxi a Roma

    Come in ogni grande città che non conosci, anche a Roma prendere un taxi non è semplice come potrebbe sembrare. Complice il traffico caotico e qualche tassista che cerca di fare il furbo, prendere un taxi nella capitale potrebbe riservarti qualche sorpresa spiacevole. Niente paura: ecco i nostri consigli che ti aiuteranno a cavartela senza intoppi.

    1

    Dall'aeroporto

    Appena uscito dai terminal inizierai a sentire urlare a gran voce persone che offrono un servizio taxi o potresti essere avvicinato da qualcuno che si offre di chiamarne uno per te. Sebbene alcuni veicoli espongano una sorta di badge con su scritto "Taxi", quasi probabilmente non si tratta di tassisti autorizzati. Si tratta di autisti non qualificati che applicano tariffe molto più elevate rispetto a quelle normali. I tassisti veri, e autorizzati, sono fermi negli appositi stazionamenti segnalati con il cartello TAXI appena usciti dal terminal degli arrivi. Ricorda che a Roma i taxi ufficiali, oltre ad essere bianchi come in ogni città italiana, espongono lo stemma del Comune di Roma sugli sportelli anteriori.

    Dopo aver raggiunto la postazione dei taxi, il secondo passo è assicurarsi della tariffa applicata. L'amministrazione di Roma ha stabilito due tariffe fisse dagli aeroporti di Fiumicino e Ciampino per coloro che devono raggiungere il centro di Roma o comunque spostarsi all'interno delle Mura Aureliane. Se arrivi dall'Aeroporto di Ciampino il costo del servizio è di 30 €, mentre dall'Aeroporto di Fiumicino la tariffa è di 48 € sia che tu scelga un taxi della città di Roma che uno della città di Fiumicino. Il trasporto dei bagagli è incluso nel prezzo.

    Se non sei sicuro che nel tuo caso possa essere applicata la tariffa fissa o non sai se il tuo hotel a Roma si trova all'interno delle Mura Aureliane, consulta la cartina dal sito web della città di Roma.

    Foto di Mike Steele (CC BY 2.0) modificata

    2

    Dalla Stazione di Roma Termini

    Così come in aeroporto, anche fuori dalla Stazione Termini troverai una postazione taxi regolare e taxi non autorizzati , di solito concentrati di fronte all'entrata principale della stazione. Ricorda che i taxi dalla Stazione Termini aggiungono un supplemento di 2 € al costo della corsa. Ecco le tariffe applicate:

    dal lunedì al sabato dalle 06:00 alle 22:00 si applica una tariffa di partenza di 3,00 €;

    la domenica e nei giorni festivi si applica una tariffa di partenza di 4,50 €.

    Per le tariffe notturne , dalle 22:00 alle 06:00, si applica una tariffa di partenza di 6,50 €.

    * Attenzione: per ogni bagaglio successivo al primo con dimensioni superiori a cm 35 x 25 x 50 è previsto un supplemento di 1,00 €.

    Foto di Simone Ramella (CC BY 2.0) modificata

    3

    Chiamare un taxi

    A differenza di altre città, chiamare un taxi a Roma agitando le mani e gesticolando non è una pratica comune, anche se non del tutto impossibile. Se il taxi è libero l' insegna luminosa sul tettuccio della vettura sarà accesa, mentre se l'insegna è spenta allora il taxi è occupato oppure sta andando a prendere un cliente. Il modo migliore per chiamare un taxi è dirigersi verso gli appositi stazionamenti oppure chiamare i numeri dedicati.

    Sono presenti molte postazioni taxi in tutta Roma. Le più frequentate sono alla Stazione Termini, in Piazza della Repubblica, Piazza Venezia, Largo Argentina, Piazza delle Cinque Lune (nei pressi di Piazza Navona), Piazza Barberini e Via Boncompagni (accanto a Via Veneto).

    In alternativa, i numeri da chiamare per richiedere un taxi a Roma sono: 06 3570, 06 4994, 06 6645, 06 5551 oppure 06 8822.

    Foto di Phillip Capper (CC BY 2.0) modificata

    4

    Informazioni utili

    Infine, quando sali su un taxi e sei nel centro storico o in altre aree di Roma assicurati che sul tassametro sia impostata la Tariffa 1. Alcuni tassisti disonesti, infatti, potrebbero impostare la Tariffa 2 quando realizzano di avere a bordo passeggeri che conoscono poco la città. Questa tariffa , però, si applica solo uscendo dall'autostrada di Roma o dal Grande Raccordo Anulare e, quando è attiva, il tassametro scatta molto più velocemente. In genere il tassista è tenuto per legge a informarti ogni volta che si applica il passaggio alla Tariffa 2. Il numero 1 o 2 è indicato nell'angolo a sinistra o in basso a destra, a seconda del tipo di tassametro.

    Se pensi di  essere stato truffato, prendi nota del numero di licenza del tassista , indicato solitamente su una targhetta in metallo applicata alla portiera sinistra dal lato del passeggero. Chiedi la ricevuta  e annota il nome e il numero stampato sulla targhetta, il  nome della compagnia (ad es. 3570 o 6645) e il numero scritto all'esterno della portiera (ad es. Napoli 34 o Milano 22). Con queste informazioni potrai fare un reclamo e ricevere un rimborsodalla compagnia che gestisce i taxi.

    Inizia a programmare il tuo viaggio